fbpx

San Severo. Quella carezza di Papa Francesco alle famiglie in difficoltà

La Caritas diocesana di San Severo (Foggia) ha dato vita all’Emporio della Solidarietà intitolato al venerabile don Felice Canelli. Papa Francesco invia il cardinal Krajewski che, in qualità di Elemosiniere Apostolico, si presenta all’inaugurazione con un furgone carico di prodotti.

Cosa sta succedendo agli immobili ecclesiastici nella vecchia Europa?

È vero che molti conventi, chiese, seminari, case religiose non sono più funzionali? Cosa conviene fare? La dismissione è l'unico...

La Riforma della Finanza Vaticana di Papa Francesco: Più Avanti di quello che Appare

Le 3C dell’Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici antidoto alle 3c delle cricche   Ho recentemente partecipato ad un incontro...

I beni ecclesiastici nella scommessa globale dell’economia di Francesco

Il filosofo Romano Guardini nelle “Lettere dal lago di Como” scrive: “Non dobbiamo irrigidirci contro il nuovo, tentando di conservare un...

Bilancio 2020 e auguri per il 2021, pensando a iniziative oltre la pandemia

Oggi si chiude un anno che, da una parte, ha comportato tanto dolore a livello globale a causa della pandemia ma che, dall’altra, ha...

Gli Enti Religiosi nella Riforma del Terzo Settore

Le Opere quali attività di interesse generale Il legislatore con la Legge n.106 del 2016 ha dato inizio ad una Riforma organica degli enti...

Finanza etica ed investimenti: l’urgenza di cambiare paradigma post-pandemia

Quanto sono attraenti le persone coerenti!Lo sono ancora di più le Istituzioni che hanno fini morali e che sono chiamate ad attuare, nel...

Mission & VISION

Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici

Lo scopo dell’Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici è quello di promuovere la conoscenza dei patrimoni e beni ecclesiastici all’interno della Chiesa e verso l’esterno; stimolare la competenza professionale nella gestione e contribuire alla crescita della collegialità nella governance del patrimonio ecclesiastico affinché i beni possano servire meglio la Missione della Chiesa e le finalità specifiche per cui sono stati costituiti, acquistati, donati.

Papa Francesco: «Chi non agisce spreca le opportunità offerte dalla crisi»

  L'accorato invito all'azione di Papa Francesco non deve...

Reso pubblico l’ultimo bilancio dello IOR

L'Istituto per le Opere di Religione - IOR - ha pubblicato, per il nono anno consecutivo, il bilancio all’interno del Rapporto annuale. Il...

Vaticano. Moneyval promuove le misure adottate dalla Santa Sede per contrastare il riciclaggio di denaro ed il finanziamento del terrorismo

Dopo un lungo ed articolato processo di valutazione, Moneyval, l’organismo del Consiglio d’Europa che vigila sulla lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, ha espresso il suo parere. La Santa Sede ottiene 5 giudizi di efficacia sostanziale e 6 di efficacia moderata. In nessun caso è stato espresso un giudizio di efficacia bassa. Prosegue il cammino di trasparenza voluto fortemente da Papa Francesco.

leggi tutto

La «Pascite gregem Dei» di Papa Francesco riforma il Libro VI del Codice di Diritto Canonico

Nel solco tracciato da Papa Benedetto XVI, il Santo Padre Francesco promulga la Costituzione Apostolica «Pascite gregem Dei» prevedendo pene più severe per chi si macchia di reati patrimoniali e abusi sui minori. Non solo. La modifica del libro IV del Codice di Diritto Canonico punirà aspramente anche la tentata ordinazione delle donne, la registrazione delle confessioni e la consacrazione con fine sacrilego delle specie eucaristiche. Sono state incorporate poi alcune fattispecie presenti nel Codex del 1917 che non vennero accolte nel 1983. Ad esempio, la corruzione in atti di ufficio, l’amministrazione di sacramenti a soggetti cui è proibito amministrarli; l’occultamento all’autorità legittima di eventuali irregolarità o censure in ordine alla ricezione degli ordini sacri. Sono stati tipizzati reati di tipo patrimoniale come l’alienazione di beni ecclesiastici senza le prescritte consultazioni; o i reati patrimoniali commessi per grave colpa o grave negligenza nell’amministrazione. Inoltre, è stato tipizzato un nuovo reato previsto per il chierico o il religioso che “oltre ai casi già previsti dal diritto, commette un delitto in materia economica – anche in ambito civile – o viola gravemente le prescrizioni contenute nel can. 285 § 4” che vieta ai chierici l’amministrazione di beni senza licenza del proprio Ordinario.
Pubblichiamo di seguito la versione integrale della Costituzione Apostolica «Pascite gregem Dei» e il testo completo del riformato libro VI del Codice di Diritto Canonico.

leggi tutto

Il Videomessaggio di Papa Francesco per la Laudato Si’ Action Platform: «Dalle mani di Dio abbiamo ricevuto un giardino, ai nostri figli non possiamo lasciare un deserto»

Il Videomessaggio che il Santo Padre Francesco ha inviato in occasione del lancio della Laudato Si’ Action Platform. Un percorso di importanza strategica che durerà sette anni. Una piattaforma di azione che coinvolgerà concretamente Diocesi, Congregazioni religiose, associazioni e movimenti in ogni angolo della Terra.

leggi tutto

Il bilancio positivo dell’Anno Speciale dedicato alla cura della casa comune. Una nuova piattaforma d’azione a 6 anni dalla «Laudato Si’»

I movimenti, le associazioni e le Chiese locali hanno risposto con entusiasmo all’appello di Papa Francesco nell’Anno Speciale che è stato...

Perché questa suora non è nella classifica di Forbes tra le personalità più influenti?

L'Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici esprime stima e...

CONOSCENZA

L’Osservatorio promuove la Conoscenza dei Beni sotto il profilo giuridico, economico, fiscale, storico, artistico ma soprattutto la conoscenza sulle destinazioni d’uso a cui quei Beni sono finalizzati

COMPETENZA

L’Osservatorio contribuisce mediante formazione, corsi, convegni, eventi alla crescita della cultura della interdisciplinarità professionale necessaria per gestire correttamente i Beni e le Opere ed iniziative

COLLEGIALITà

L’Osservatorio si propone di dare un concreto contributo ai processi di collegialità di cui è permeato il diritto canonico e gli statuti degli Enti ecclesiastici e delle Congregazioni Religiose

«Ciascuno, secondo il dono ricevuto, lo metta a servizio degli altri, come buoni amministratori della multiforme grazia di Dio»
(1Pt 4,10)

INIZIATIVE E OPERE

 

San Severo. Quella carezza di Papa Francesco alle famiglie in difficoltà

La Caritas diocesana di San Severo (Foggia) ha dato vita all’Emporio della Solidarietà intitolato al venerabile don Felice Canelli. Papa...

Aiutiamo chi Aiuta

L’Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici promuove nuovi...

La Nostra Storia
I nostri Valori

L’Osservatorio Permanente sui Beni Ecclesiastici è il frutto maturo di oltre di 25 anni di esperienza in gestione e amministrazione di enti collegati a finalità della Chiesa, enti appartenenti alla Chiesa e consulenza in favore di enti religiosi ed ecclesiastici.

Nasce da Antonio Sanchez Fraga, economista, laureato in diritto canonico con master e formazione specifica nel settore e, a titolo di ringraziamento per quanto ricevuto nel suo percorso formativo e professionale, desidera ora mettere a disposizione i frutti della sua esperienza accumulata in questi anni per evitare gli scandali degli ultimi decenni dovuti alla scarsa conoscenza, all’incompetenza e alla grave mancanza di collegialità nel processo decisionale riguardante questi specifici beni.

RESTIAMO IN CONTATTO

Contattaci se condividi la nostra Mission e se desideri collaborare con noi. Partecipa comunicando con il nostro team e segnalandoci le tue iniziative.
L’Osservatorio resta a disposizione degli economi e degli amministratori degli Enti per approfondire congiuntamente casi concreti, verificare possibilità, individuare soluzioni da applicare alla gestione al fine di valorizzare i beni in funzione delle specifiche esigenze di ogni singolo Ente.

Privacy
Premendo il pulsante “Invia”, l’utente cede volontariamente i suoi dati e concede il consenso al trattamento degli stessi in conformità con la legge 196/2003.
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA ed è applicata la Privacy Policy ed i Termini di servizio di Google.