fbpx

OFM. Il Capitolo Generale dell’Ordine dei Frati Minori torna a Roma dopo 88 anni

Lug 3, 2021 | Osservatorio News

 

Si tiene a Roma, fino al 18 luglio, il Capitolo Generale dell’Ordine dei Frati Minori, sul tema «Rinnovare la nostra visione, abbracciare il nostro futuro». L’ultimo Capitolo Generale a Roma fu quello del 1933.

 

LA TRADIZIONE DEI CAPITOLI GENERALI

Il «Capitolo Generale» fu istituito dai Cistercensi nel 1195. Tutti gli abati si incontravano ogni anno in Francia. Nel novembre 1215, il Concilio Lateranense IV, al quale San Francesco partecipò, decise che gli Ordini religiosi dovevano celebrare periodicamente i capitoli, come mezzo per riformare la vita religiosa, seguendo l’esempio dei Cistercensi.

Francesco d’Assisi e i suoi primi seguaci iniziarono incontri regolari per l’incoraggiamento e il sostegno reciproci, l’ammonimento e la correzione all’inizio della loro vita insieme. Ognuno di questi sarebbe stato in seguito chiamato «capitulum» sull’esempio dei cistercensi.

Storicamente, il primo Capitolo Generale celebrato con certezza a Roma fu quello del 1239. L’ultimo Capitolo Generale celebrato a Roma fu quello del 1933.

 

IL Ritorno A ROMA

Il Capitolo Generale tenuto a Roma nel 1535 segnò gli inizi ufficiali del riconoscimento formale della riforma cappuccina da parte del Primo Ordine.

I 117 Capitolari attesi a questa celebrazione si riuniscono presso il Collegio Internazionale Cappuccino di San Lorenzo da Brindisi. Una struttura che si trova a metà strada tra l’Aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino e il centro storico di Roma. All’arrivo nella piazza d’ingresso della sede, i Capitolari si sono trovati accolti da una scultura con due croci al centro della piazza, a simboleggiare la croce di Cristo e la croce di Francesco d’Assisi.

I numerosi Capitolari arrivati dall’estero hanno trovato a Roma tutto lo spazio e i servizi per assolvere anche ad eventuali periodi di quarantena obbligatoria.

 

UNA GRANDE STORIA E UN FUTURO LUMINOSO

I primi due Ministri generali dell’Ordine, dopo San Francesco, furono fratelli laici. Il primo, Giovanni Parenti, un fratello laico colto, entrato nell’Ordine insieme a suo figlio. Solo a partire dal Capitolo Generale del 1239, i Ministri generali furono chierici.

Questo Capitolo si svolge in un anno di anniversari significativi: VIII centenario della «Regula non bullata», il 50° anniversario del documento «Evangelica Testificatio» sulla vita religiosa, e il 1° anno dell’enciclica «Fratelli Tutti».

Ispirato dal brano della Scrittura che dice: «Svegliati… e Cristo ti illuminerà» (Ef 5,14), questo Capitolo Generale vuole esprimere e celebrare la comunione fraterna di tutto l’Ordine. Fino al 18 luglio 2021, i Capitolari riuniti lavoreranno insieme come fratelli per promuovere la ricchezza e la vita dell’Ordine, per discernere le modalità con le quali il Signore chiama a rinnovare e a crescere nel servizio del Vangelo, e per eleggere le più alte cariche dell’Ordine per il 2021-2027.

Papa Francesco ha designato il Cardinale João Braz de Aviz come Suo Delegato a presiedere l’elezione del Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori.

 

Gli auguri dell’Osservatorio

Approfittiamo di questa occasione per esprimere la nostra vicinanza all’Ordine dei Frati Minori. Giungano i migliori auguri alla famiglia francescana per questo incontro affinché sia strumento per portare frutto abbondante nelle periferie umane che il Santo Padre ci chiede di visitare.

 

Immagine e Video: ofmcapgen2021

 

Categorie Articolo: news | vita consacrata